ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 05 - Scienze biologiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/104

Issue Date: 2-May-2011
Authors: Messina, Giuseppina
Title: Gli Isopodi terrestri utilizzati per la valutazione dello stato di naturalita' delle terre relitte delle "Saline di Trapani e Paceco" (Crustacea, Isopoda, Oniscidea)
Abstract: Le aree umide costiere costituiscono ecosistemi particolarmente significativi per la salvaguardia della biodiversita'. In Sicilia una zona umida costiera di particolare interesse naturalistico e' rappresentata dalla R.N.O. "Saline di Trapani e Paceco", costituita da lembi di terra relitti, che in molti casi delimitano le saline. In queste aree e' stata condotta la ricerca relativa a questa tesi di dottorato e finalizzata allo studio delle relazioni esistenti tra gli Isopodi Oniscidei e le associazioni di vegetali che caratterizzano i vari siti di campionamento, tenendo conto anche dei parametri ambientali, al fine di valutare le preferenze di habitat di ogni specie. Nell'area di studio sono stati scelti cinque siti, all'interno dei quali sono stati effettuati i campionamenti mediante pitfall traps, nel periodo da gennaio 2008 a maggio 2010. Il lungo periodo di campionamento ha permesso di studiare anche la fenologia delle specie. Delle 24 specie rinvenute, nessuna e' endemica dell'area oggetto di studio, ad eccezione di Porcellio siculoccidentalis, che e' presente esclusivamente nel comprensorio trapanese e che peraltro sembra avere un'ampia valenza ecologica. Lo studio delle associazioni con i vegetali ha messo in evidenza che esse mostrano preferenze di habitat, infatti sette specie risultano associate ad una o piu' componenti vegetali. Le relazioni con i parametri ambientali (temperatura, piovosita', umidita' relativa) hanno mostrato che l'attivita' della maggior parte delle specie e' influenzata principalmente dalla temperatura e umidita' relativa. Dall'analisi dei dati e' emerso che l'area si trova in uno stato di accettabile conservazione confermato dall'elevato numero di specie e dal buon equilibrio che esiste fra loro.
Ecosystems constituted by coastal lakes and ponds are very important areas to preserve biodiversity. The "Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco" is a very interesting naturalistic area in Sicily; it is formed by the remaining stripes of land among salt pans, near the coastline. In that area the research relative to this doctoral thesis was conducted, with the purpose to study the relations among terrestrial Isopods and the vegetation of the sampling sites. Environmental parameters and habitat preferences were also evaluated. In the period from January 2008 to May 2010, pitfall trapping were conducted in five sampling sites inside the study area. Twenty-four species were collected, none of which was endemic to this area, excepted of Porcellio siculoccidentalis that is distributed in western Sicily, showing a wide ecological range. The results of the relations with the plants showed habitat preferences for the species, since 7 species resulted strictly associated to one or more plants. The relationship with environmental parameters (temperature, rainfall, relative humidity) showed that mainly temperature and relative humidity influence the activity of most species. Data analysis showed that the study area is in an acceptable conservation status, also confirmed by the high number of species and by their good natural equilibrium.
Appears in Collections:Area 05 - Scienze biologiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
tesi_MessinaG.pdf71,53 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.