ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 13 - Scienze economiche e statistiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/1065

Issue Date: 28-Feb-2012
Authors: Di Giorgi, Francesco
Title: Sviluppo locale e digital divide
Abstract: L oggetto della ricerca si incentra nella correlazione tra il fenomeno dello sviluppo locale e la problematica del digital divide. L intento che si intende perseguire consiste nella formulazione di ipotesi di risposta ad alcune domande poste in relazione alle due tematiche citate. In altri termini ci si chiede se gli strumenti tipici dello sviluppo locale possano o meno svolgere un ruolo nella riduzione, o quantomeno, nel contenimento del divario digitale inteso nella sua duplice versione ossia differenza nella dotazione all accesso alla rete internet e disparità nel grado di alfabetizzazione informatica. Inoltre si intende comprendere se, colmato il divario, possano derivare, o meno, effetti tali da contribuire allo sviluppo di un territorio. Per cercare di rispondere alle domande formulate, occorrerà pertanto capire cosa si intende per digital divide studiando, il fenomeno sin dalla sua nascita nonché analizzando le diverse ipotesi di evoluzione del divario nel tempo e, contestualmente, la differente morfologia che esso assume in base al contesto di riferimento. Occorre, infatti, notare che il divario digitale non è un fenomeno statico, legato esclusivamente all avvento della nuova tecnologia internet, ma un concetto in continua evoluzione, noto nell ambiente come moving target. Pertanto, si affronteranno le differenti accezioni del fenomeno concentrandosi in particolare su due fattispecie: il digital divide strutturale e quello reale. Sarà quindi trattata la tematica dell accesso alla rete internet, sia da un punto di vista giuridico che tecnico, al fine di acquisire gli strumenti necessari per comprendere le modalità di ridurre il divario digitale. Una volta quindi compreso il fenomeno e le relative ragioni di resistenza del mercato si passeranno in rassegna i recenti interventi governativi sia di stampo comunitario che nazionale volti alla riduzione del digital divide. Verranno presi, invece, in analisi i diversi interventi realizzati dalle regioni italiane ad eccezione della regione Sicilia. Attraverso l analisi rivolta alle diverse realtà locali italiane, si cercherà di valutare l eventuale efficienza dell intervento locale in merito alla riduzione del divario digitale con particolare riferimento ai Fondi rurali, sottolineando, se del caso, le best practices riscontrate. Alla luce dei risultati ottenuti verrà affrontata la questione della riduzione del divario digitale nella regione siciliana prendendo in considerazioni il ruolo delle istituzioni, le caratteristiche del territorio, la crescita della popolazione, l attuale divario digitale rilevato, l eventuale presenza di operatori locali virtuosi delle comunicazioni, nonché le potenzialità intrinseche legate all utilizzo di internet quale utile strumento di crescita economico-sociale. Si trarranno, infine, le conclusioni di quanto posto nel corso della trattazione per prospettare delle risposte ipotizzabili alle domande poste fornendo da un lato alcuni spunti di riflessione su possibili ipotesi di intervento e dall altro prendendo in considerazione i virtuosismi riscontrati in rete tali da creare un effetto positivo nello sviluppo locale del territorio.
Appears in Collections:Area 13 - Scienze economiche e statistiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
DGRFNC79C27C351I-Tesi Dottorato Francesco Di Giorgi.pdfTesi Dottorato Francesco Di Giorgi3,65 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.