ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 04 - Scienze della terra >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/1086

Issue Date: 1-Mar-2012
Authors: Spampinato, Cecilia Rita
Title: Metodi di analisi delle deformazioni verticali lungo aree costiere della Sicilia orientale e Calabria meridionale
Abstract: Le aree della Sicilia orientale e della Calabria meridionale sono inserite all interno di un complesso sistema geodinamico e per tale motivo sono state soggette a deformazioni verticali nel lungo e breve periodo. L obiettivo di questa ricerca è quello di analizzare la deformazione tettonica verticale che ha interessato le aree della Sicilia orientale e della Calabria meridionale durante il tardo Quaternario. In particolare, attraverso l applicazione di più metodologie sono state valutate la deformazione verticale olocenica delle aree costiera di Taormina, Milazzo, Capo dell Armi e Capo Vaticano, la deformazione verticale nel Presente di tre allineamenti in Sicilia (Catania-Augusta, Messina) e Calabria meridionale (Villa San Giovanni-Bagnara) e la deformazione verticale nel lungo periodo (Pleistocene medio-superiore) del settore costiero ionico del Plateau Ibleo. Per quanto riguarda la deformazione verticale durante l Olocene, le dettagliate analisi geomorfologiche, stratigrafiche e radiometriche eseguite lungo le aree della Sicilia nord orientale e della Calabria meridionale hanno permesso oltre che stimare il tasso totale della deformazione verticale anche, laddove possibile, la differenziazione tra la deformazione verticale regionale e quella locale o co-sismica. In particolare, nei siti affetti da deformazione co-sismica è stato possibile: i) stimare e scremare il contributo regionale dalla deformazione totale; ii) definire gli intervalli cronologici durante i quali si sarebbero potuti verificare gli eventi co-sismici; iii) quantificare le dislocazioni verticali correlate agli eventi co-sismici; iv) quando possibile, correlare questi eventi co-sismici con i terremoti riportati nei cataloghi della sismicità storica. Per l analisi della deformazione verticale attuale, in Sicilia orientale e Calabria meridionale, è stato previsto l uso di dati strumentali. Precisamente, sono state raccolte ed analizzate le quote dei caposaldi appartenenti alle linee di livellazione ad alta precisione della Sicilia orientale (Linea 108, Linea 92) e della Calabria meridionale (Linea 100) istituite dall Istituto Geografico Militare. Il processing delle differenti serie temporali di livellazione altimetrica di alta precisione ha permesso di stimare tassi relativi di deformazione verticale per gli ultimi 40 anni. Inoltre, l analisi incrociata dei dati strumentali con i rilievi geologico-strutturali hanno evidenziato la presenza di strutture attive, presunte responsabili di sollevamenti e subsidenze, nonché l individuazione di aree alluvionali caratterizzate da forti subsidenze che probabilmente in alcuni casi sono state corresponsabili di pesanti lesioni su strutture civili. Infine per lo studio della deformazione verticale nel lungo periodo, della serie terrazzata affiorante in Sicilia sud-orientale, è stata utilizzata la tecnica di datazione radiometrica del 36Cl. Gli studi condotti hanno verificato come la stima dei tassi di erosione delle spianate analizzate abbia un importanza fondamentale per ottenere delle età affidabili. Tenendo conto di dati già pubblicati, relativi all area di studio tra Augusta e Siracusa, sono state fissate le età di esposizione dei terrazzi analizzati e di conseguenza, comparando le quote e l età dei terrazzi con le curve eustatiche, sono stati ipotizzati tre differenti scenari di uplift. Analizzando le correlazioni tra quote dei terrazzi e curve eustatiche modificate per i tre differenti valori di sollevamento, è stato possibile affermare che per l area oggetto di studio lo scenario di deformazione verticale più plausibile è quello che prevede un sollevamento medio pari a ~0.5 mm/a negli ultimi 400 ka.
Appears in Collections:Area 04 - Scienze della terra

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
SPMCLR79P49C351G-Metodi di analisi delle deformazioni verticali lungo aree costiere della Sicilia orientale e Calabria meridionale.pdfMetodi di analisi delle deformazioni verticali lungo aree costiere della Sicilia orientale e Calabria meridionale20,36 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.