ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/1372

Issue Date: 4-Mar-2013
Authors: Salvaggio, Fabio
Title: Epistemologia dei sistemi complessi: irreversibilità e memoria
Abstract: Il lavoro di ricerca su EPISTEMOLOGIA DELLE SOCIETA COMPLESSE: IRREVERSIBILITA E MEMORIA , affronta la tematica dell epistemologia della complessità, una branca della filosofia della scienza inaugurata nei primi anni 70 da Edgar Morin, Isabelle Stengers e Ilya Prigogine, esplorandone le implicazioni storiche e gli esiti mentalistici e sociali. Partendo dalla teoria del caos, fino al comportamento emergente, alla complessità della comunicazione, al comportamento che i sistemi esibiscono quando sono lontani dall equilibrio termodinamico, viene tracciata una ricostruzione in ambito storico concettuale mossa dall esigenza di impostare un nuovo discorso in termini storico-filosofici intorno all evoluzione del concetto e dell ambito disciplinare dell epistemologia complessa. La ricerca rileva il nodo di un passaggio epistemologico fondamentale: dalla non-linearità di interazione tra le componenti di un sistema scaturisce l attitudine di questo a esibire proprietà inspiegabili sulla base delle leggi che governano le singole componenti. L indagine si concentra, dunque, sulla dimostrazione di quanto il comportamento emergente sia più facilmente riscontrabile in sistemi di organismi viventi o di individui sociali oppure ancora in sistemi economici ovvero in sistemi 'complicati' dai molteplici gradi di libertà, o anche in contesti molto più elementari, come ad esempio la fisica delle particelle e la fisica atomica. In questa parte del lavoro si indaga il nodo centrale della questione irrisolta della moderna epistemologia della complessità: si può contestare la visione riduzionista in base alla quale ogni conoscenza scientifica deve essere fatta risalire a quella delle leggi che governano le particelle elementari. Usando scale geometriche, al contrario, emergono leggi nuove che, senza violarle, integrano e superano quelle dei livelli precedenti.
Appears in Collections:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
SLVFBA76H19C351K-epistemologia_sist_comp_irr_e_mem.pdfEpistemologia dei sistemi complessi: irreversibilità e memoria1,44 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.