ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 12 - Scienze giuridiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/1442

Issue Date: 5-Apr-2013
Authors: Tutino, Davide
Title: File Sharing e problematiche giuridiche nell'U.E.
Abstract: In informatica e telecomunicazioni il file sharing è la condivisione di file all'interno di una rete di calcolatori comuni e come fenomeno di massa, è strettamente legato alla diffusione di Internet e della banda larga. Il file sharing è cresciuto in popolarità e si è diffuso rapidamente grazie alle connessioni di Internet sempre più veloci e al formato dei file audio MP3. Il nuovo modello di condivisione peer to peer (P2P) si è rivelato, però, destabilizzante per il sistema del copyright, proprio perché ha provocato una massiccia diffusione di materiale coperto da copyright, spingendo le major discografiche e mediali ad attacchi legali per tutelare i propri diritti. La condivisione di materiali coperti da copyright è ritenuta illegale, ma ha acceso non poche discussioni anche a causa delle diverse legislazioni in vigore nei vari paesi. I problemi di fondo che gli ordinamenti giuridici hanno incontrato nel tentativo di regolamentare questo fenomeno sono sostanzialmente di tre tipologie: 1) Il conflitto con le libertà fondamentali: Il File sharing rientra nella sfera dei diritti fondamentali previsti dalle convenzioni internazionali e dalle carte costituzionali di tutti gli stati democratici, dal momento che si basa sulla comunicazione tra privati. 2) La non percezione di illiceità: Lo scambio di file è oggi molto semplice da effettuare e molto vantaggioso economicamente. Insieme alle moderne tecnologie informatiche, che hanno portato gli individui a non potersi più privare di oggetti e servizi fino a poco tempo fa sconosciuti, ha rivoluzionato le consuete abitudini di vita e risulta essere in costante ampliamento, nonostante sia una pratica riconosciuta come illecita e quindi sanzionabile. 3) L'inesistenza di sistemi centralizzati da colpire: Il modello peer-to-peer rende difficile sanzionare la violazione del diritto poiché la rete è composta da un'infinità di soggetti, difficilmente individuabili e con diverse gradazioni di responsabilità: la posizione dell utente che si connette saltuariamente e scambia qualche file è diversa da quella di chi viola il diritto di autore condividendo e scambiando migliaia di file, criptando dati e rendendosi non immediatamente identificabile Nel lavoro in oggetto, verrà ricostruita la storia del file sharing da un punto di vista filosofico e tecnologico. Inoltre, verranno forniti degli spunti di riflessione per poter arginare la pirateria software nei programmi peer to peer. Solo pensando come un pirata si può combattere realmente la pirateria.
Appears in Collections:Area 12 - Scienze giuridiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
TTNDVD83E08C351D-Davide Tutino - File Sharing e problematiche giuridiche nell'UE.pdfDavide Tutino - File Sharing e problematiche giuridiche nell'UE1,29 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.