ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10761/1649

Data: 11-feb-2015
Autori: Farieri, Elisa
Titolo: Risposta di specie ornamentali a stress abiotici
Abstract: Da tempo l attenzione della ricerca si è concentrata sugli stress abiotici (es. idrico, salino) a causa delle forti riduzioni che determinano sulle rese. Pochi studi, però, si sono occupati delle piante ornamentali utilizzate negli spazi a verde, nonostante gravi danni che subiscono per effetto di questi stress. In questo quadro, le prove condotte nell ambito della tesi hanno riguardato: - screening della risposta di diversi arbusti ornamentali allo spray marino; - risposta fisiologica e biochimica di Photinia ×fraseri Dress Red Robin ed Eugenia uniflora L. Etna Fire allo stress idrico; - effetti della differente temperatura dell acqua sulla conducibilità idraulica di sei specie di pini iberici; - risposta di Callistemon citrinus (Curtis) Skeels e Viburnum tinus L. Lucidum ad aerosol marino e surfactanti in condizioni ambientali differenziate; - risposta allo stress salino in rapporto alla modalità di somministrazione del sale in Photinia ×fraseri Dress Red Robin . In estrema sintesi le prove, diverse per obiettivi, metodi, materiali biologici, hanno consentito di stabilire che: - lo screening fra genotipi è uno strumento importante per valutare la risposta delle piante, che tuttavia si può modificare a livello intraspecifico; - nelle piante ornamentali è importante valutare il valore estetico; per tale motivo assumono interesse caratteri come peso secco della porzione epigea, area fogliare e soprattutto la percentuale di danno alle foglie; - le determinazioni fisiologiche (tasso di traspirazione, conduttanza stomatica e fotosintesi netta), soprattutto se correlate tra loro, forniscono utili informazioni sui meccanismi di azione; - le determinazioni biochimiche, anche se onerose, possono aiutare a capire la risposta delle piante; - le risposte sono influenzate dall interazione del genotipo con le condizioni ambientali; - l associazione fra stress diversi può talvolta intensificare i danni alle pianta, anche se non sempre si osservano effetti sinergici; - la risposta ad uno stress, come quello salino, si modifica in relazione alla modalità di applicazione della soluzione salina; in Photinia, ad esempio, i maggiori danni si sono avuto con la somministrazione di sale direttamente all apparato radicale; - l'analisi della concentrazione di ioni (Na+ e Cl-) nei diversi tessuti vegetali e lo studio della loro traslocazione/compartimentalizzazione consente di comprendere meglio la risposta della pianta allo stress salino; - lo studio dello stress può rappresentare un importante approccio per la valutazione degli effetti futuri del global change. In sintesi i risultati ottenuti indicano come la risposta agli stress abiotici dipenda in misura rilevante dal genotipo. Nelle piante ornamentali, in considerazione dell ampia articolazione biologica, questo aspetto certamente complica le indagini, per cui assume interesse la possibilità di individuare metodi non distruttivi di diagnosi precoce della tolleranza agli stress abiotici.
InArea 07 - Scienze agrarie e veterinarie

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
FRRLSE86R64F943U-Elisa Farieri.pdfTesi di dottorato9,34 MBAdobe PDFVisualizza/apri


Tutti i documenti archiviati in ArchivIA sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.