ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/302

Issue Date: 6-May-2011
Authors: Patti, Manoela
Title: Gli Alleati nel lungo dopoguerra del Mezzogiorno (1943-1946)
Abstract: A partire dallo sbarco alleato in Sicilia, il 10 luglio del 1943, inizia il lungo percorso del dopoguerra dell'Italia meridionale, che una felice espressione di Nicola Gallerano ha definito l'"altro dopoguerra", distinguendone il peculiare percorso da quello resistenziale. Tema della ricerca e' dunque la ricostruzione e l'analisi dell'occupazione alleata nel Mezzogiorno d'Italia, tra il 1943 e il 1946, attraverso le fonti della Commissione di Controllo Alleata. La Commissione, un organismo formato in prevalenza da militari, americani e britannici,opero' in Italia come strumento alleato per garantire il rispetto dei termini dell'armistizio, costruendo un poderoso sistema amministrativo tramite cui governare l'Italia fino alla fine del conflitto. In questa cornice si colloca il processo di transizione dell'Italia dal fascismo alla democrazia, attraverso le molteplice problematiche del dopoguerra. La fame, il mercato nero,la criminalita' mafiosa e il separatismo in Sicilia, la nascita del movimento di occupazione delle terre nel Mezzogiorno, sono tutte tematiche che emergono con forza dall'analisi delle fonti alleate. Scopo del lavoro e' comprendere se e in che misura gli Alleati seppero far fronte ai problemi dell'occupazione, e in che modo si articolo' la relazione fra vinti e vincitori da un lato, e fra governi alleati e Commissione Alleata dall'altro. Ampio spazio e' dedicato anche al tema dell'identita', soprattutto per quanto riguarda la partecipazione al conflitto degli italo-americani.
From the Allies landing in Sicily, on 1oTh july 1943, the post war phase starts in the Southern Italy. This work studies and analyzes the Allies occupation in Italy by the Allied Control Commission papers. The thesis reconstructs the Allies administrative machine and the relationship between Acc leadership and Allies governments.The other topic is people life in the war hardships, and the Allies ability to manage with the many problems in the occupied territories.In this hard challenge,which the Allies didn't win at all times,Italy passes from fascism to a new democratic government, but the burden of allies occupation isn't not always easy to carry on.In this picture, an important part is played from Italian-americans:in the assimilation process, indeed, the war experience in Italy represents the key to be finally Americans. And also the Roosevelt war strategy to take advantage of this. With licterature and stories, the work reserves one important chapter to this topic.
Appears in Collections:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
Gli Alleati nel lungo dopoguerra del Mezzogiorno.pdf1,51 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.