ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 14 - Scienze politiche e sociali >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/352

Issue Date: 31-May-2011
Authors: Manuele, Doriana
Title: Oltre i confini nuovi muri. Quale ruolo per l'Europa?
Abstract: Negli ultimi vent'anni, l'avvento della globalizzazione ha prodotto una serie di dinamiche che, comprimendo (e percio' alterando) profondamente la percezione delle coordinate spazio-temporali, hanno indotto una serie mutamenti radicali sia a livello dell'esperienza soggettiva degli individui, che nelle relazioni interstatali. Nell'epoca dei flussi globali e delle reti a-spaziali dilutrici dei confini, in un periodo storico di crollo dei sistemi tradizionali di produzione e di affermazione di altri nel segno della parcellizzazione, la territorialita' perde quella potestas fondativa su cui un tempo si declinava la grammatica dell'appartenenza o dell'esclusione, che oggi non costituisce piu' il paradigma centrale del concetto di nazionalita'. Il carattere fluido che sarebbe proprio dello spazio contemporaneo si dissolve, pero', ad uno sguardo piu' ravvicinato. Uno dei risultati piu' immediati dei movimenti e delle interconnessioni globali consiste, infatti, in una proliferazione di confini, sistemi di sicurezza, frontiere fisiche e virtuali, e nel loro prismatico scomporsi e ricomporsi. Alla negazione dei confini, in quanto riferimenti geo-politici, corrisponde, pertanto, una loro concomitante reificazione, che fa di essi il luogo materiale e simbolico delle tensioni politiche, sociali ed economiche che, a cavallo tra spinte contrapposte, percorrono la società à à  'contemporanea. In un momento storico in cui le complicate dinamiche dell'eta' globale collocano l'Europa dinnanzi alla necessita'di portare a compimento il proprio processo di istituzionalizzazione, la questione dei confini pone in essere un'incognita sulla cui problematicita' deve necessariamente confrontarsi anche il potere costituente dell'Unione Europea, in vista di una loro consapevole riorganizzazione materiale e/o culturale. Mentre, in effetti, le frontiere materiali dell'Europa sembrano cadere progressivamente sulla spinta dell'incalzante erosione dello Stato-nazione, poderose differenziazioni mentali e fisiche in termini di Noi e Loro vanno, invece, ambiguamente affermandosi, alimentate da nuove esclusioni, marginalita' e diseguaglianze. Questo lavoro intende, pertanto, porre in evidenza la storia ed il ruolo dei confini europei, analizzando i processi e le dinamiche che hanno condotto alla loro attuale ridefinizione, e valutando, altresi', la portata e le implicazioni dei cambiamenti in atto nella nuova architettura spaziale europea.
Appears in Collections:Area 14 - Scienze politiche e sociali

Files in This Item:

File SizeFormatVisibility
Tesi.pdf822,09 kBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.