ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 10 - Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico artistiche >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10761/3722

Data: 29-set-2017
Autori: Mistretta, Ivano
Titolo: La produzione documentaristica della Panaria Film: dalle carte d'archivio un nuovo quadro interpretativo
Abstract: La Panaria Film, fondata nel 1946 da Francesco Alliata e altri tre soci, è stata la più importante casa di produzione cinematografica siciliana. Nota soprattutto per i suoi lungometraggi, tra cui "Vulcano" e "La Carrozza d'oro", ha prodotto e realizzato numerosi cortometraggi, molti dei quali oggi dispersi, cui partecipò saltuariamente anche Fosco Maraini. La sua produzione documentaristica riflette la fondamentale passione dei suoi fondatori per la Sicilia e il suo patrimonio ambientale e culturale ed è animata da una spinta all innovazione che si traduce innanzitutto nell invenzione o nell adozione di nuova strumentazione di ripresa sia visiva che sonora. Al contrario della produzione a soggetto, la produzione documentaristica è stata studiata poco e superficialmente. Le dinamiche produttive e l'inquadramento delle vicende della società nel più ampio contesto dell'epoca sono state, invece, del tutto trascurate. La presente ricerca circoscrive il proprio ambito alla produzione documentaristica dal 1946 al 1949, ovvero fino alla realizzazione di "Vulcano", anno che segna la svolta della società di produzione da indipendente a mainstream. La possibilità di consultare, per primi, i materiali di archivio della Panaria Film e di Francesco Alliata, insieme ad un'accurata analisi delle opere e alla ricostruzione del più ampio contesto in cui la Panaria Film ha operato e le sue opere sono state concepite e fruite, ha consentito quindi di formulare un nuovo quadro interpretativo: ora emerge uno sperimentalismo prima solo parzialmente valutato che si realizza in formule linguistiche all incrocio tra documentarismo e finzione e che ricerca una diversa codificazione del rapporto tra suono e immagini; una ricerca che, se da una parte approda a risultati a volte sorprendenti seppure imperfetti, dall altra si scontra con l inerzia di pratiche produttive consolidate e con altrettanto resistenti modelli stilistici e abitudini di fruizione. Emerge altresì il profilo di un'impresa abile nello stabilire relazioni con le più importanti realtà produttive e distributive dell'epoca, nel cogliere tempestivamente le opportunità offerte dalle leggi a supporto della produzione cinematografica che allora si succedevano e nel far conoscere i suoi documentari all'estero, tanto nei festival quanto nelle sale del circuito commerciale.
InArea 10 - Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico artistiche

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
MSTVNI71A23F205U-Mistretta, Ivano. 2017. La produzione documentaristica della Panaria Film. Dalle carte d'archivio un nuovo quadro interpretativo. Universita' di Catania. Tesi di dottorato.pdfLa produzione documentaristica della Panaria Film: dalle carte d'archivio un nuovo quadro interpretativo3,23 MBAdobe PDFVisualizza/apri


Tutti i documenti archiviati in ArchivIA sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.