ArchivIA Università degli Studi di Catania
 

ArchivIA - Archivio istituzionale dell'Universita' di Catania >
Tesi >
Tesi di dottorato >
Area 10 - Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico artistiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10761/3930

Issue Date: 7-Apr-2016
Authors: La Rocca, Concetta Maria
Title: L écriture des émotions : approches cognitives et neuro-esthétiques. Le cas de Boutès de Pascal Quignard
Abstract: La mia tesi ha come oggetto di studio la scrittura delle emozioni nell opera di Pascal Quignard, autore francese dell extrême contemporain. In particolare, il mio lavoro si concentra sull analisi degli elementi linguistici e figurativi presenti in Boutès, secondo una prospettiva neuro-cognitiva e neuro-estetica. Da circa quarant anni, le scienze cognitive si sono interrogate sul ruolo svolto dal nostro sistema cerebrale in tutte le forme di cognizione, quali per esempio la memoria, l elaborazione delle emozioni, l apprendimento e la produzione del linguaggio. All interno di quest ampia area di ricerca, ho individuato tre momenti peculiari per l impulso all analisi del linguaggio delle emozioni: Metaphor We Live By di G. Lakoff e M. Johnson, nel 1980; What is Cognitive Poetics di R. Tsur, nel 1983; e, infine, la capitale scoperta dei neuroni specchio sul finire degli anni Novanta. La prima parte della tesi è dedicata all esposizione, nell ambito dello studio delle emozioni, delle principali teorie in materia di scienze cognitive e neuroscienze, in particolar modo della poetica e della linguistica cognitiva. La seconda parte è riservata alla presentazione di Pascal Quignard, della sua vita e delle sue opere maggiori, Boutès in primis. La terza parte è invece consacrata all applicazione al testo Boutès delle teorie già esposte nella prima parte e mette in evidenza il ruolo delle metafore concettuali e dei verbi di movimento nell esperienza emotiva dello scrittore e del lettore. Infine, nella quarta parte, analizziamo il ruolo delle immagini e della danza in Boutès, facendo dialogare quest ultimo testo con un altro, Medea. Immagine e danza sono infatti manifestazioni plastiche della scrittura delle emozioni di Quignard, che suggellano il legame da sempre forte in Quignard tra queste due arti e la letteratura e che esaminiamo secondo un approccio neuro-estetico.
Appears in Collections:Area 10 - Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico artistiche

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
LRCCCT86S65E573J-Tesi dottorato_LA_ROCCA_FILOLOGIA_MODERNA.pdfL'écriture des émotions: approches cognitives et neuroesthétiques. Le cas de Boutès de Pascal Quignard6,25 MBAdobe PDFView/Open


Items in ArchivIA are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.